Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Agevolazioni
News aste
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   


Nuove strade che devono essere solcate da automobili prodotte in Italia e a Torino. In sicurezza. Questa la sintesi del pensiero del ministro Matteo Salvini, intervistato a margine del convegno ‘L’Italia dei si’ alla Reggia di Venaria, in cui è stato presentato il maxi piano di efficientamento della rete stradale del Piemonte. 

“PRODURRE AUTO IN ITALIA E A TORINO. NO ALL’ELETTRICO OBBLIGATORIO”

“Voglio capire quali modelli di auto verranno presentati a Torino, perché tra 15 anni rischiamo di portare a Torino il salone di Pechino. E’ rimasto poco di italiano qui, basti guardare le ultime produzioni della Alfa che sono polacche. Ma farò in modo che la prossima commissione europea cambi l’obbligo di solo elettrico entro il 2035″. Così il ministro alle Infrastrutture Matteo Salvini è intervenuto, intervistato a margine del convegno in cui è stato presentato il piano della rete stradale piemontese. 

Per approfondire leggi anche: 

IL MAXI-PIANO PER LE STRADE DEL PIEMONTE

“In Piemonte – ha detto il ministro – ci sono 1.700 chilometri di strade in cantiere e 2.3 miliardi di investimenti complessivi di Anas”. Dall’Asti-Cuneo, con l’ultimo lotto in consegna nel 2024, al il traforo del Tenda e la Pedemontana. Solo per citare alcuni degli interventi in opera. 

«Quello di oggi è un Piemonte del sì, era fermo e ora è in movimento» ha commentato il presidente della Regione Alberto Cirio. «Nel 2019 – ha sottolineato Cirio – avevamo la Tav bloccata, il Terzo Valico con i risarcimenti ai sindaci bloccati, l’Asti – Cuneo bloccata, e la Pedemontana bloccata. Oggi tutte queste opere sono sbloccate e in corso di realizzazione. L’Asti – Cuneo – ha ribadito il governatore – che attendevamo da trent’anni, sarà inaugurata entro il 2024. Tutto questo è avvenuto molto grazie al governo, e anche il codice degli appalti nuovo ha aiutato, perché permette di andare in gara con lo studio di fattibilità e non con il progetto esecutivo, di fatto saltando un passaggio, con conseguente risparmio di soldi e di tempo».

«Le opere più difficoltose e complesse, cioè Parco della Salute di Torino, Metro 2 di Torino, e Demonte – ha osservato il presidente – hanno avuto tutte la nomina di un commissario straordinario da parte del governo, il che mette in sicurezza anche queste». Cirio ha citato anche il finanziamento con fondi europei del primo lotto della tangenziale di Asti e della tangenziale di Mondovì, oltre che della Novara – Vercelli, queste ultime opere nuove in fase di progettazione».

“RITIRO PATENTE A CHI E’ DROGATO ALLA GUIDA”

Salvini si è poi soffermato sulla sicurezza stradale e il nuovo codice della strada: «Diventerà effettivo entro l’estate e a chi guida drogato verrà ritirata la patente» ha sottolineato il vicepremier: «L’alcolock impedirà agli ubriachi di mettersi alla guida, la patente verrà sospesa a chi usa il cellulare al volante e ritirata a chi abbandona animali. E poi entra in vigore l’obbligo di targa e casco per chi guida i monopattini» ha detto tra gli applausi della sala. «Inoltre – ha aggiunto – porremo un freno all’anarchia degli autovelox ma inaspriremo le multe per chi parcheggia nei posti riservati ai disabili».



 

***** l'articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell'articolo?

Clicca qui

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui