Prestiti personali immediati

Mutui e prestiti aziendali

Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Agevolazioni
News aste
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   


diMatteo Roselli

Il ministro elenca il piano strategico delle infrastrutture. Il governatore Cirio: «Sbloccati anche quelli del Terzo Valico»

Metro 2? «Non è un punto di arrivo, l’obiettivo è prolungarla». L’autostrada Asti-Cuneo? «L’ultimo lotto sarà consegnato quest’anno». E le grandi opere? «Abbiamo sbloccato la Tav, la Pedemontana piemontese e la tangenziale a Mondovì». Matteo Salvini indossa il casco da operaio per l’incontro sulle infrastrutture per l’Italia organizzato alla Reggia di Venaria, che ha il sapore di campagna elettorale.

Sono oltre 90 le slide che il leader della Lega si è fatto preparare per illustrare le opere di quello che viene chiamato «il nuovo piano strategico delle infrastrutture in Italia dei prossimi 10 anni». 

Aldilà del Ponte sullo Stretto e di altre grandi opere, le elezioni in arrivo in Piemonte e l’ospitata alle porte di Torino, sono state l’occasione per mettere in risalto le opere del territorio. Non a caso è il presidente del Piemonte Alberto Cirio ad aprire le danze: «Il 2019 era l’anno in cui la Tav era ferma e in cui 50 mila cittadini sono scesi in piazza per chiedere la ripartenza – ha spiegato il candidato del centrodestra –. Il Terzo valico aveva il problema delle compensazioni, l’Asti-Cuneo non andava avanti, la Pedemontana era rallentata da questioni tecniche. Ecco, tutte queste opere oggi sono sbloccate e operative». E questo si traduce in 2,3 miliardi di investimenti da parte di Anas nella rete stradale, tra nuove opere e manutenzione programmata.

Salvini ha poi elencato gli interventi in corso: «Sulla Metro 2 l’obiettivo è fare bene in fretta i lavori che stiamo facendo, poi non è un punto d’arrivo perché c’è anche un altro tratto finanziabile. I lavori della Asti-Cuneo, lunga 90 chilometri, li concluderemo entro il 2024 con la consegna dell’ultimo lotto. Poi c’è la Pedemontana piemontese con 384 milioni di euro di finanziamento e una lunghezza complessiva di 14 chilometri comprensivi di 5 ponti e un viadotto sul fiume Sesia». 

A questi si aggiungono gli interventi sulla Maddalena (92,1 milioni di euro), la Val Vigezzo (148,5 milioni di euro), la Sp10-A33 (191,1 milioni di euro), del Colle del Nava (171,6 milioni di euro) e del Tenda (264 milioni di euro). Non solo strade. L’attenzione è anche sulle ferrovie e gli aeroporti: «Gli investimenti sulle ferrovie in Piemonte attualmente ammontano a 27,8 miliardi (Tav compresa) – ha spiegato Matteo Salvini –. Mentre sugli aeroporti l’investimento è di 58 milioni di euro divisi tra 50 per Caselle e 8 per Cuneo».

Il leader del Carroccio non ha fatto mancare una doppia stoccata sul caso Toti. Prima sulla magistratura: «Se ci fossero microspie negli uffici di qualche magistrato, per quanto tempo lo stesso continuerebbe a fare il magistrato?». (Pronta la risposta dell’Anm locale: «Siamo indreduli e sconcertati, si delegittima la magistratura»). Poi per rispondere alle parole del leader del M5S Giuseppe Conte ha sottolineato che «in Italia si è innocenti fino a prova contraria. Non so se per l’avvocato Conte valga un altro codice». 

Su Instagram

Siamo anche su Instagram, seguici: https://www.instagram.com/corriere.torino/?hl=it

La newsletter del Corriere Torino

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Torino e del Piemonte iscriviti gratis alla newsletter del Corriere Torino. Arriva tutti i giorni direttamente nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Basta cliccare qui

10 maggio 2024 ( modifica il 10 maggio 2024 | 20:54)



 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui