Prestiti personali immediati

Mutui e prestiti aziendali

Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Agevolazioni
News aste
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   


In questo approfondimento vi parleremo di incompatibilità per la pensione ai sordi civili (scopri le ultime notizie su Invalidità e Legge 104categorie protettediritto del lavorosussidiofferte di lavoro e concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsAppTelegram e Facebook).

Incompatibilità per la pensione ai sordi civili: cosa stabilisce la legge

Chiariamo cosa stabilisce la legge in merito a incompatibilità per la pensione ai sordi civili.

In passato, la pensione ai sordi, così come altre prestazioni per invalidi civili, era incompatibile con altre pensioni dirette a seguito di invalidità per guerra, lavoro o servizio, e con altre prestazioni dirette per invalidità (Legge 407/1990).

Questo divieto è stato abolito dalla Legge 412/1991, limitatamente agli invalidi civili totali, ciechi civili e sordi civili, che possono quindi accumulare la pensione con altre prestazioni pensionistiche.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Questa legge ha rimosso l’incompatibilità tra la pensione per invalidità civile e altre prestazioni come:

Le pensioni per invalidità civile possono essere accumulate con altre pensioni solo se il reddito rientra nei limiti previsti per l’assegnazione della pensione per invalidità civile.

Invalidità civile 2024: ecco i nuovi limiti di reddito per chi riceve delle misure assistenziali, aggiornati in base all’adeguamento all’inflazione.

Cumulo di prestazioni economiche per persone sordocieche

Dopo aver chiarito cosa è previsto in merito all’incompatibilità per la pensione ai sordi civili, chiariamo anche l’aspetto che riguarda la possibilità di cumulo delle prestazioni economiche per persone sordocieche.

L’articolo 2 della Legge 24 giugno 2010, n. 107, riguardante il cumulo di prestazioni economiche, stabilisce che le persone sordocieche ricevano in modo unitario le indennità previste dalla normativa sulla sordità e sulla cecità civile. Ricevono anche unitariamente eventuali altre prestazioni per sordità e cecità civile erogate dall’INPS.

Per coloro che già ricevono diverse indennità e prestazioni per sordità e cecità civile, viene riconosciuta la fusione dei trattamenti.

Sordi e Legge 104: vediamo se chi è affetto da sordità può ottenere il riconoscimento dell’handicap e quindi accedere alle agevolazioni Legge 104.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Cumulabilità della pensione ai sordi

Chiariamo a questo punto nel dettaglio con che cosa è cumulabile la pensione ai sordi. L’assegno pensionistico destinato alle persone con disabilità uditiva, comprese tra i 18 e i 67 anni, può essere accumulato con:

  • qualsiasi prestazione diretta in seguito a invalidità dovuta a guerra, lavoro (INAIL) o servizio, incluso il sostegno INAIL e l’indennità di accompagnamento da INAIL o altri enti;

Solo in caso di pluriminorazioni, l’assegno pensionistico può essere accumulato con:

  • pensione e indennità di accompagnamento per ciechi totali;
  • pensione e indennità speciale per ciechi parziali.

Servizi INPS per sordi e ciechi: l’iniziativa dell’Istituto per raggiungere anche le persone che hanno deficit visivo e uditivo, ecco di cosa si tratta.

Cumulabilità tra diverse pensioni di invalidità

Una persona già dichiarata invalida per guerra, lavoro o servizio può ottenere un riconoscimento di invalidità civile solo se subentra una menomazione non attribuibile a tali cause.

Le prestazioni economiche per invalidità civile e INAIL sono cumulabili solo se le infermità non derivano dalla stessa causa.

Una volta confermate le prestazioni economiche, possono essere cumulate per invalidi civili totali, ciechi civili e sordi civili.

Ad esempio, se una persona ha già ottenuto il riconoscimento di invalidità civile per una malattia o menomazione e subisce un infortunio sul lavoro o per causa di servizio, l’evento successivo sarà valutato separatamente, permettendo il cumulo delle prestazioni economiche. Questo è ammesso solo per invalidi civili totali (100%), ciechi civili e sordi civili.

Le pensioni per inabilità lavorativa dall’INPS e da altri enti possono essere accumulate con le prestazioni per invalidi civili totali, ciechi civili e sordi civili, anche se dovute alla stessa causa invalidante. Questo è possibile solo se si rispettano i limiti di reddito per l’assegnazione della pensione per invalidità civile.

Scopri che cos’è, come funziona, quando può essere richiesto e qual è l’importo dell’assegno sociale per invalidi civili e sordi civili.

Incompatibilità per la pensione ai sordi civili
Incompatibilità per la pensione ai sordi civili. Nella foto: due sordi comunicano usando la LIS.

Cos’è la pensione ai sordi civili

La pensione per i sordi civili è un beneficio economico disponibile su richiesta, destinato a coloro che hanno una sordità congenita o acquisita durante l’infanzia.

Per il 2024, l’assegno pensionistico ammonta a 333,33 euro al mese, distribuito in 13 mensilità.

Requisiti

La pensione ai sordi è concessa entro un limite di reddito annuale stabilito, che per il 2024 ammonta a 19.461,12 euro. I criteri da soddisfare includono:

  • età compresa tra 18 e 67 anni;
  • sordità congenita o acquisita durante l’infanzia (fino ai 12 anni) con un’ipoacusia pari o superiore a 75 decibel di livello di soglia uditiva media tra le frequenze 500, 1000 e 2000 Hz nell’orecchio migliore, che ha reso difficile l’apprendimento del linguaggio parlato;
  • situazione di bisogno economico;
  • cittadinanza italiana o status di cittadino straniero comunitario o extracomunitario residente sul territorio nazionale.

Come richiederla

Per ottenere questa prestazione, è necessario presentare domanda esclusivamente tramite il sistema telematico dell’INPS.

Il processo di richiesta si divide in due fasi:

  • presentazione telematica della domanda per invalidità civile all’INPS, da abbinare al certificato medico introduttivo. Avrai 90 giorni dall’invio del certificato medico per inoltrare la domanda.

Una volta presentata la domanda, sarai convocato per una visita di accertamento sanitario, condotta da una Commissione Medica apposita. In caso di patologie oncologiche, la visita è programmata entro 15 giorni dalla presentazione della domanda.

FAQ sulle agevolazioni ai sordi civili

Le persone sorde hanno agevolazioni sui servizi di interpretariato?

Sì, le agevolazioni sui servizi di interpretariato sono rivolte nello specifico alle persone sorde. Si tratta si una la detrazione fiscale del 19% sulle spese sostenute per i servizi di interpretariato, ai sensi della Legge numero 381, del 26 maggio. L’agevolazione riguarda:

  • le persone minorate sensoriali dell’udito;
  • le persone affette da sordità congenita o acquisita durante l’età evolutiva che abbia compromesso il normale apprendimento del linguaggio parlato. 

La detrazione fiscale non spetta a tutti. Sono esclusi dal diritto a richiederla i soggetti affetti da sordità di natura psichica o dipesa da causa di guerra, lavoro o di servizio.

Le persone sorde possono avere l’IVA agevolata per l’acquisto di un’auto?

Sì, una persona sorda che ha anche ottenuto il riconoscimento della Legge 104 può richiedere l’agevolazione IVA al 4% per l’acquisto di un’automobile.

L’articolo 6, comma 1, lettera E della Legge numero 488 del 23 dicembre 1999 ha esteso il beneficio anche alle persone non vedenti e sorde.

L’articolo 50 della Legge numero 342, del 21 novembre 2000 ha, invece, stabilito che l’IVA agevolata del 4% è applicabile anche sulle cessioni di veicoli effettuate alle persone non vedenti e sorde, oppure ai familiari che li hanno fiscalmente a carico.

Sempre sull’acquisto di veicoli è prevista la detrazione fiscale del 19% del costo sostenuto, oltre all’esenzione del pagamento del bollo auto.

Le persone sorde possono avere l’IVA agevolata e la detrazione al 19% per l’acquisto di sussidi tecnici e informatici?

Anche in questo caso, con il riconoscimento della Legge 104 una persona sorda può ottenere anche l’agevolazione IVA e la detrazione al 19% per l’acquisto di sussidi tecnici e informatici.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’invalidità civile:

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

Prestiti personali immediati

Mutui e prestiti aziendali

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui