Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Agevolazioni
News aste
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   


Nel contesto del recente European Innovation for Sustainability Summit, tenutosi sotto l’egida dell’Eiis, Gelsomina Vigliotti, vicepresidente della Banca Europea per gli Investimenti (BEI), ha ribadito un concetto fondamentale che sta orientando l’agenda finanziaria europea: “La finanza è al servizio della sostenibilità”. Un’affermazione che non solo sottolinea l’indirizzo attuale delle politiche finanziarie europee ma apre anche scenari promettenti per il futuro dell’economia verde.

Il punto chiave sollevato da Vigliotti è l’insufficienza dei fondi pubblici e privati per coprire completamente il fabbisogno degli investimenti sostenibili, che sono notoriamente ingenti. È qui che la finanza si trova a giocare un ruolo decisivo, non solo distribuendo risorse ma anche come catalizzatore per attrarre ulteriori investimenti verso progetti a basso impatto ambientale. L’introduzione di nuovi strumenti finanziari, in questo contesto, diventa essenziale per incrementare e facilitare gli investimenti in tecnologie e iniziative sostenibili.

Inoltre, la vicepresidente ha portato l’attenzione su un aspetto spesso trascurato ma di cruciale importanza: il supporto finanziario alle piccole imprese e alle startup. Questi enti, con la loro vivace capacità di innovazione, possono trasformarsi in veri e propri motori di cambiamento nell’ambito della sostenibilità, se adeguatamente supportati. Un esempio emblematico è il recente finanziamento a una startup milanese, che sta sviluppando in Sardegna un innovativo sistema per lo stoccaggio di energia pulita attraverso la trasformazione della CO2. Questo progetto non solo esemplifica l’integrazione di soluzioni innovative nella lotta al cambiamento climatico ma testimonia anche il potenziale di sinergia tra finanza e tecnologia verde.

La politica finanziaria della BEI, come sottolineato da Vigliotti, mira a rendere i capitali più accessibili, direzionandoli “al posto giusto al costo giusto”, e si configura dentro una visione di banca pubblica non orientata al profitto ma al sostegno concreto di progetti che promuovano un futuro sostenibile. Questo approccio risulta fondamentale per colmare il divario tra necessità finanziarie enormi e risorse disponibili, creando un fertile terreno per un’economia resiliente e rispettosa dell’ambiente.

Questa visione si inserisce in un contesto europeo sempre più attento alle tematiche ambientali e all’innovazione, dove la sostenibilità non è più vista solamente come una responsabilità etica, ma anche come una solida opportunità economica. Investire in sostenibilità significa, in questa prospettiva, promuovere una crescita duratura e responsabile, capace non solo di rispettare l’ambiente ma anche di generarne benefici tangibili.

Il contributo della BEI, quindi, si delinea come cruciale nell’attuale panorama economico-europeo; un esempio di come le istituzioni finanziarie possono non solo adattarsi, ma effettivamente guidare il cambiamento verso un futuro più verde. Con figure come Gelsomina Vigliotti a guidare il dialogo e l’azione, il legame tra finanza e sostenibilità sembra destinato a rafforzarsi, delineando nuove vie per un progresso economico equilibrato e sostenibile. Un orizzonte dove economia e ecologia non solo coesistono ma collaborano, creando un mondo più salubre per le generazioni presenti e future.

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui