Prestiti personali immediati

Mutui e prestiti aziendali

Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Agevolazioni
News aste
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   


Dal 10 luglio via alle domande per il finanziamento di progetti di ricerca e sviluppo coerenti con le aree tematiche della “Strategia nazionale di Specializzazione intelligente”. Le istruzioni nel decreto del MIMIT

Tutto pronto per la presentazione delle domande per i contributi e i finanziamenti previsti nell’ambito del Fondo per la crescita sostenibile.

Criteri e modalità di domanda sono stati specificati nel decreto del MIMIT del 7 maggio.

Le imprese possono richiedere le agevolazioni per progetti di ricerca e sviluppo di rilevanza strategica per il sistema produttivo e coerenti con le aree tematiche della “Strategia nazionale di Specializzazione intelligente”.

Le domande si possono precompilare a partire dal 25 giugno 2024 e inviare dal successivo 10 luglio.

Le richieste saranno analizzate secondo l’ordine cronologico di presentazione.

Ricerca e sviluppo: dal 10 luglio via alle domande per contributi e finanziamenti

Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha pubblicato il decreto 7 maggio 2024 che definisce termini modalità di domanda per le agevolazioni a sostegno di progetti di ricerca e sviluppo.

Si tratta dei contributi alla spesa e dei finanziamenti agevolati del Fondo per la crescita sostenibile concessi a sostegno di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale che abbiano rilevanza strategica per il sistema produttivo e risultino coerenti con le aree tematiche della Strategia nazionale di specializzazione intelligente, cioè finalizzati a individuare traiettorie tecnologiche e applicative evolutive della stessa tramite lo sviluppo delle tecnologie abilitanti fondamentali (KETs).

Tali progetti devono realizzati interamente nelle regioni meno sviluppate: Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia e devono:

  • prevedere spese e costi ammissibili comprese tra 3 e 20 milioni di euro;
  • essere avviati successivamente alla presentazione della domanda e avere una durata compresa tra 1 e 3 anni;
  • rispettare il principio DNSH e le ulteriori condizioni previste dai provvedimenti e disposizioni attuative.

A definire le procedure per la concessione degli oltre 470 milioni di euro è stato il decreto MIMIT 14 settembre 2023, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale lo scorso novembre.

Il provvedimento individua i soggetti che possono beneficiare delle agevolazioni e i requisiti necessari per poter fare domanda.

MIMIT – Decreto del 14 settembre 2023 – GU n. 257 del 3 novembre
Contributi alla spesa e finanziamenti agevolati, per il sostegno di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale di rilevanza strategica

Per poter accedere alle agevolazioni, le imprese sono tenute a presentare l’apposita domanda, la quale deve essere redatta e poi inviata, esclusivamente in via telematica, dalle ore 10.00 alle ore 18.00 di tutti i giorni lavorativi, dal lunedì al venerdì, a partire dal 10 luglio 2024.

La precompilazione guidata sarà disponibile già a partire dal 25 giugno 2024.

Sarà necessario utilizzare la procedura informatica indicata nel sito internet del Soggetto gestore per la richiesta delle agevolazioni a valere sull’intervento “D.M. 14 settembre 2023 – FRI SNSI/1”.

La domanda di agevolazione deve essere redatta secondo lo schema riportato nell’allegato n. 1 al decreto e corredata dalla documentazione elencata all’allegato n. 2. Gli allegati, assieme al decreto, sono disponibili per il download nell’apposita pagina del sito ministeriale.

Specializzazione intelligente: le percentuali di finanziamento

Le agevolazioni sono concesse sulla base di una procedura valutativa negoziale. Le domande sono ammesse alla fase istruttoria sulla base dell’ordine cronologico di presentazione, nel limite delle risorse disponibili.

L’istruttoria comprende la valutazione amministrativa, finanziaria e tecnica e sarà completata nel termine di 90 giorni dalla data di presentazione della domanda.

Come indicato nel decreto 14 settembre 2023, le risorse sono concesse, nei limiti stabiliti dall’art. 25 del regolamento GBER, sotto forma di:

  • finanziamento agevolato, per una percentuale delle spese e dei costi ammissibili pari al 50 per cento;
  • contributo alla spesa, per una percentuale delle spese e dei costi ammissibili articolata come segue:
    • 30 per cento per le piccole imprese;
    • 25 per cento per le medie imprese;
    • 15 per cento per le grandi imprese, non rientranti nella definizione di PMI;
    • 10 per cento quale maggiorazione, spettante, in alternativa, in caso di progetto:
      • realizzato interamente nelle regioni meno sviluppate;
      • realizzato nell’ambito di un progetto congiunto;
      • che preveda un’ampia diffusione dei risultati.

Per tutti gli altri dettagli si rimanda al testo integrale dei decreti MIMIT.

MIMIT – Decreto direttoriale del 7 maggio 2024
Specializzazione intelligente. Termini e modalità di presentazione delle domande

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Prestiti personali immediati

Mutui e prestiti aziendali

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui