Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Agevolazioni
News aste
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   



Per l’esercizio 2024 il management conferma una guidance che presenta un margine di interesse in leggero calo. La redditività netta ordinaria è stimata in linea con quella del 2023

BPER Banca ha comunicato i risultati finanziari del 1° trimestre 2024, periodo chiuso con un utile netto (escluse le quote di terzi) di 457,28 milioni di euro, risultato che si confronta con i 290,68 milioni contabilizzati nei primi tre mesi dello scorso anno (+57,3%). L’istituto ha segnalato che nel trimestre ha perfezionato con il Gruppo Gardant un’operazione finalizzata a costituire una partnership strategica per la gestione di crediti deteriorati di titolarità di BPER Banca e Banco di Sardegna: la valorizzazione della transazione ha generato una plusvalenza complessiva di 150,1 milioni al lordo delle imposte. I costi sistemici sono stati pari a 111,8 milioni di euro. In leggero miglioramento il risultato della gestione operativa, che è cresciuto da 654,17 milioni a 654,87 milioni di euro, mentre i proventi operativi sono aumentati del 2% a 1,36 miliardi di euro, in seguito all’aumento del margine di interesse (+16,2% a 843,62 milioni), grazie in particolare al livello dello spread commerciale conseguente l’andamento dei tassi di interesse, al limitato impatto sul costo dei depositi e al contributo derivante dal portafoglio di investimenti.

Il cost income ratio del trimestre è stato pari al 51,7%.

 

A fine marzo 2024 i crediti netti verso la clientela erano pari a 87,7 miliardi di euro (89,6 miliardi i crediti lordi) in calo dello 0,6% rispetto al dato di inizio anno. Il management di BPER Banca ha precisato che la riduzione dei prestiti alle imprese e alle famiglie sconta in particolare il rallentamento della domanda legato all’aumentato livello dei tassi d’interesse verificatosi lo scorso anno e la maggiore percezione di incertezza dell’evoluzione dello scenario macroeconomico.

Alla stessa data l’incidenza dei crediti lordi (NPE Ratio lordo) era pari al 2,6%, in aumento rispetto al dato di fine 2023 (2,4%), mentre l’incidenza dei crediti netti verso clientela (NPE ratio netto) risultava pari all’1,2%, in linea con il dato di fine 2023. Il coverage ratio del totale dei crediti deteriorati è sceso a 54,2% dal 52,5% di fine 2023.

Sempre a fine marzo 2024 il Common Equity Tier 1 era pari al 14,9% (14,5% al 31 dicembre 2023), sulla base di un patrimonio netto di 10,31 miliardi di euro.

Alla stessa data le attività finanziarie ammontavano complessivamente a 26,5 miliardi di euro (18,9% del totale attivo). All’interno dell’aggregato i titoli di debito erano pari a 24,5 miliardi (92,4% del portafoglio complessivo) con una duration pari a 2 anni (al netto delle coperture) e includevano 12,9 miliardi riferiti a titoli governativi e di altri enti sovranazionali, di cui 8,7 miliardi di titoli di Stato italiani.

 

Per l’esercizio 2024 il management di BPER Banca conferma una guidance che presenta un margine di interesse in leggero calo, conseguentemente a una potenziale riduzione della forbice bancaria correlata a una politica monetaria meno restrittiva, commissioni nette con una dinamica positiva grazie allo sviluppo dei ricavi da gestione e intermediazione del risparmio e consulenza, oneri operativi in linea a quelli del 2023 rispetto ai quali va considerato il pieno effetto del rinnovo del contratto collettivo nazionale del lavoro del settore creditizio e finanziario.

Con riferimento alla qualità degli attivi il management di BPER Banca prevede di mantenere solidi livelli di copertura e una politica degli accantonamenti improntata alla prudenza con un costo del credito stabile rispetto al 2023.

La redditività netta ordinaria è stimata essere in linea con quella del 2023 al netto dell’effetto della fiscalità differita.


 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui