Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Agevolazioni
News aste
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   


Radicondoli riesce ad aumentare i propri residenti negli ultimi 4 anni: non succedeva dal Dopoguerra

Un caso che sta facendo scuola in Toscana e in Italia, quello di Radicondoli. Grazie ad un progetto, portato avanti dall’amministrazione comunale del sindaco Francesco Guarguaglini, dal nome che già la dice lunga: WivoaRadicondoli.

Se guardiamo avanti l’andamento demografico di Radicondoli, notiamo infatti un’impennata strepitosa negli ultimi 4 anni.

Radicondoli è l’ultimo Comune della Valdelsa, a cavallo con la Valdicecina, la Val di Merse, e con alle spalle l’Alta Maremma.

E’ in tutto e per tutto un’area interna, con una viabilità tortuosa e di difficile percorrenza, che dista da Colle circa mezz’ora e qualcosa di più da Poggibonsi. Eppure nonostante queste condizioni, è riuscito un lavoro molto positivo e in controtendenza nazionale, in una Regione dove le montagne, le colline, e i piccoli centri distanti dai capoluoghi sono costantemente abbandonati dalla popolazione residente, soprattutto dai giovani.

Radicondoli nel 1931 contava ben 3400 abitanti, scesi a 3221 bek 1951. Da qui una lunga discesa: se nel 1961 i radicondolesi erano ancora 2210, dieci anni più tardi il “tonfo” di quasi mille abitanti, scendendo a quota 1320 nel 1971. Che sono diventati 1032 nel 1991.

Nel nuovo millennio, Radicondoli ci arriva sotto i mille abitanti: 978 nel 2001, che diventano al censimento del 2011 solo 931 cittadini.

Ma ecco che la parabola inizia a invertire il suo movimento: negli ultimi 4 anni, dal 2020 al 2024, dai 900 residenti Radicondoli è risalita a 960. Un balzo di 60 anime che ha dell’incredibile.

L’idea di fondo è stata quella degli incentivi mirati, resi possibili anche dalle risorse ex proventi geotermici, come quello del bando prima casa, il contributo per gli affitti, per aprire nuove attività economiche, per i trasposti, per i costi energetici a chi ancora non è allacciato al teleriscaldamento.

E sì perchè un’altro grande vantaggio di abitare nei Comuni di quest’area è avere il riscaldamento ad un costo molto basso, dovuto al riscaldamento geotermico.

“Siamo intervenuti per sostenere le persone che hanno scelto radicondoli per viverci o tornare a viverci – ha spiegato il sindaco Francesco Guarguaglini – dimostrando che ci può essere un’alternativa concreta ai problemi dell’abitare della città metropolitana, e che si vive bene anche nelle aree interne”.

Il progetto ha reso vivo e appetibile il borgo, soprattutto conveniente per i residenti ma anche per chi ha voluto intraprendere una attività. E se cosa porta cosa…adesso le richieste stanno salendo.

Adesso l’amministrazione, che punta ad avere una nuova scuola e affitti più bassi, punterà probabilmente a tornare sopra i mille abitanti.

In 4 anni e 1,5 milioni spesi, ci sono state una ventina di nuove attività e ben 60 nuovi residenti: adesso altri 5 anni e molte speranze, sostenute dai progetti, per tornare ad un Comune a quattro cifre.



 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui