Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Agevolazioni
News aste
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   


Conchiglie, sabbia, stalattiti e perfino pietre di nuraghe come souvenir. I divieti non mancano, e portano appresso pure sanzioni, ma nonostante tutto, c’è ancora chi non si arrende e alla fine della vacanza in Sardegna cerca di portare a casa «un pezzo unico». Peccato però che si tratti di patrimonio indisponibile e che i varchi di porti e aeroporti non lascino scampo.

I sassi nel bagagliaio

La stagione non è ancora cominciata ma già si contano i primi casi. L’ultimo, in ordine di tempo, i giorni scorsi. Nel corso delle delle ispezioni ai passeggeri in imbarco dal porto di Olbia – Isola Bianca, gli agenti della Security dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna hanno fermato una coppia di turisti toscani, in partenza per Livorno, con al seguito un carico consistente di pietre prelevate dalla zona di Fordongianus. I sassi, circa una ventina, erano nel bagagliaio dell’auto. La Security ha quindi segnalato alla sezione operativa territoriale dell’Agenzia delle Dogane.

Le stalagmiti nei bagagli

Ad aprile all’aeroporto di Cagliari Elmas, i funzionari dell’Ufficio Dogane in un’operazione congiunta con la Finanza hanno sequestrato 8 stalagmiti di diverse dimensioni, conchiglie e ciottoli di mare, trovate nel bagaglio di una passeggera di origine francese in partenza per Parigi Orly. Pezzi protetti, provenienti da un sito naturalistico tutelato da una norma regionale. Nel bagaglio anche 4 conchiglie e 66 ciottoli di mare portati via dalla costa sud occidentale. Un atto che ha comportato non solo una sanzione, a proteggere il patrimonio ambientale c’è una norma regionale più severa di quella nazionale, che prevede una sanzione da 500 a 3 mila euro oltre al sequestro amministrativo di «distruzione o deterioramento di habitat all’interno di un sito protetto». In casi come questo è prevista anche la denuncia all’autorità giudiziaria. Non è tutto, negli stessi giorni c’è stata anche un’altra turista francese che cercava di imbarcarsi con oltre conchiglie prelevate dalla spiaggia di Cagliari.

Le conchiglie nella borsa dei crocieristi

Tra le varie vicende c’è anche quella capitata i primi giorni dell’anno quando gli addetti alla Security dell’autorità di Sistema durante i controlli ai crocieristi in rientro dalle escursioni hanno fermato una giovane coppia di tedeschi, con due bambini, con al seguito circa un chilo di ciottoli e conchiglie. Tra le giusitificazioni dei turisti quella di non sapere dei divieti oppure che si trattava di ricordi della vacanza.

Si intensificano i controlli

In previsione dell’avvio vero e proprio della stagione turistica sono partite le iniziative di sensibilizzazione e intensificati i controlli agli sbarramenti dei porti e degli aeroporti dove la tecnologia dà un forte contributo all’attività di prevenzione. L’obiettivo è quello di tutelare il patrimonio. Anche a colpi di sanzioni che possono arrivare sino a 3mila euro più il deferimento all’autorità giudiziaria.

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui