Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Agevolazioni
News aste
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   


Il secondo e ultimo appuntamento del Forum di Giarre, promosso da Rigenerazione Giarre, dedicato al tema della democrazia partecipativa, si è rivelato un grande successo. Due giornate intense dedicate alla partecipazione dal basso, che hanno visto la presenza di organismi, associazioni, gruppi informali e singoli cittadini.

Il Forum è ripartito dal tavolo di confronto che ha visto protagonisti l’ex senatore Cristiano Anastasi, il Sindaco di Piedimonte Etneo Ignazio Puglisi, il Sindaco di Ferla Michelangelo Giansiracusa, nel cui comune di Ferla sorge la Comunità Energetica Rinnovabile “Common Light”, un progetto pilota che si distingue come modello esemplare in Sicilia e in Italia.

Particolare interesse ha suscitato, poi, l’intervento dell’avvocato Paolo Patanè, esperto in valorizzazione e tutela del patrimonio che si è soffermato sul tema dello sviluppo sostenibile che – ha detto – non è solo una questione economica o produttiva;  è anche una questione umana perchè attiene alla capacità di una comunità di organizzarsi e di gestirsi in maniera tale da essere partecipe dello sviluppo, tanto è più partecipe una comunità in ciascun territorio, tanto è poi sostenibile lo sviluppo di quel territorio poichè realizza una partecipazione democratica”.

Il focus dal titolo Europa vs Asia – uno sguardo al futuro, con la partecipazione del parlamentare europeo Raffaele Stancanelli, ha innescato un interessante dibattito su quella che è stata definita una partita persa in partenza dall’Europa con le sue politiche autolesioniste rispetto all’Asia. Si è acceso un interessante dibattito sul divario tra Europa e Asia in termini di potenza politica ed economica. ”L’Europa – ha detto Stancanelli – è un gigante economico ma è un nano politico e purtroppo è sempre la politica che comanda. Oggi l’Asia significa Cina, India, le tigri asiatiche: c’è una grande opinione pubblica che si innesta in una grande economia crescente, mentre l’Europa stenta e si fa male da sola nel momento in cui emana direttive e normative che penalizzano l’Europa e aiutano i Paesi dell’Asia”.  Altro tema centrale è stata la sanità, affrontata dal deputato regionale Giovanni Burtone.

Burtone ha sollevato la questione del numero chiuso alla facoltà di Medicina, che ha portato a una carenza di medici nel sistema sanitario. Burtone, nel suo ragionamento, si è soffermato sul numero chiuso di accessi alla facoltà di Medicina che “ha prodotto degli effetti perversi compromettendo la tenuta del nostro sistema sanitario. Il numero dei medici è assolutamente inadeguato rispetto alle esigenze delle nostre comunità. Le piante organiche coperte finora risultano essere soltanto quelle delle cittàmetropolitane. Ma la sanità non può essere “metropolitanocentrica”; non si può fare sanità solo nelle grandi città: abbiamo bisogno di una organizzazione anche nel territorio; abbiamo bisogno di avere degli specializzati in maniera sufficiente rispetto alle aspettative, alle esigenze che ci sono. E con il numero chiuso degli accessi nella facoltà di medicina non si raggiunge”.

Il desk sul tema Comunità, nuove prospettive è stato dedicato alle donne, alle politiche sociali, alle frazioni, alla sicurezza sociale e all’housing sociale. La due giorni si è conclusa con il focus dal titolo Rischio o vantaggio? – Nord contro Sud, una discussione aperta coordinata dalla docente giarrese Melania Nucifora. Gli organizzatori esprimono soddisfazione per la buona partecipazione del pubblico che, attraverso una varietà di interventi – tra cui numerosi professionisti – ha dimostrato interesse, evidenziando la capacità di fare emergere da un lato le criticità a strutturali della città, dall’altra quella di elaborare o proporre strategie innovative per innescare una “rigenerazione”.

Fondamentale si è rivelato il contributo offerto da un numero ragguardevole di studenti che nel forum hanno trovato uno spazio naturale per esprimere il loro punto di vista sulla città. E la partecipazione di amministratori di altri Comuni, quali portatori di modelli virtuosi, pratiche di sostenibilità e di inclusione, hanno colmato il vuoto del dibattito pubblico giarrese.   Il Forum di Giarre sulla democrazia partecipativa è stato un successo che ha dimostrato la volontà dei cittadini di essere coinvolti nelle decisioni che riguardano il loro futuro. Un’iniziativa da replicare e da sviluppare per costruire un futuro migliore per il territorio.



 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui