Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Agevolazioni
News aste
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   


Tempo di lettura: 3 minuti circa

Al Palaminardi di Ragusa, davanti alle telecamere di Raisport successo allo scadere per le orange che volano in finale, al meglio delle 5 gare

Jasmine Keys Credit foto Passalacqua Ragusa

Il Famila Wuber strappa a Ragusa gara 2 di semifinale per 67-68 e raggiunge l’Umana Reyer in finale scudetto che inizierà mercoledì 15 maggio. Una gara estremamente sofferta per le orange che inseguono le siciliane praticamente per tutta la partita e riescono a compiere il sorpasso solo nei minuti finali. Schio paga la partenza migliore delle siciliane che, con un’ottima precisione al tiro ed una difesa molto aggressiva, mandano in confusione Sottana e compagne che non trovano mai fluidità nel corso di tutto il match. Ciò nonostante, grazie al talento ed all’esperienza, le orange riescono nel finale a compiere il sorpasso decisivo e strappare con le unghie e con i denti una vittoria fondamentale che le manda in finale scudetto. Inizio di partita sottotono delle orange che al terzo rincorrono 7-0 le siciliane guidate da Thomas. I primi punti arrivano dal gioco da tre punti di Guirantes che apre un controbreak di 8-2 con cinque punti in fila di Keys per il 9-8 al 6’. Chidom completa un gioco da tre punti, azione sulla quale coach Dikaioulakos decide di mandare in campo Sottana che segna 6 punti (tripla del pareggio a quota 17) ma, con meno di un secondo da giocare, spende fallo sul tiro dall’arco di Thomas che fa en plein in lunetta: 20-17 alla prima sirena. Verona e Guirantes segnano due triple per aprire la seconda frazione ma il Famila continua a perdersi Jakubcova, precisissima con i piedi dietro l’arco e Ragusa tiene la testa avanti. Le iblee, però, esauriscono presto il bonus ed in particolare Milazzo commette il terzo fallo personale su Verona che in lunetta fa 31-28. Al 18’, con i liberi di Pastrello, la Virtus tocca il massimo vantaggio (40-32), Schio rientra con Guirantes e Parks ma a metà gara il tabellone recita 42-36.
Inizia male il terzo quarto delle scledensi che trovano il massimo svantaggio sulla tripla sulla sirena dei 24” di Spreafico (47-38) ma che trovano la forza di riportarsi a contatto grazie ai liberi di Reisingerova e la conclusione pesante di Keys. Si segna pochissimo in questa frazione e la partita sale di nervosismo tanto che a coach Dikaioulakos viene comminato un fallo tecnico per proteste su alcune contestate decisioni arbitrali. Crippa riesce a punire Ragusa dall’arco ed il terzo quarto si chiude 51-46. L’ultimo quarto è una montagna russa di emozioni perché in avvio una tripla fuori ritmo di Sivka ed un appoggio di Verona valgono il meno uno ma Spreafico, con 5 punti personali, ricaccia indietro Schio. Poi sale in cattedra Reisingerova, perfettamente imbeccata da Guirantes e Sottana, segna 3 canestri consecutivi e impatta a quota 57 al 34’, mentre Keys sorpassa. È ancora Spreafico a segnare altri cinque punti consecutivi per il controsorpasso e la gara viaggia sul filo del rasoio. Nell’ultimo minuto Sottana segna quella che sembra una tripla ma che gli arbitri convalidano come canestro da due punti lasciando le squadre sul 65-68. Ragusa dal timeout non riesce a costruire una conclusione dall’arco valida ma trova un canestro con rimbalzo offensivo di Pastrello. Con due secondi da giocare Sottana viene mandata in lunetta dove fa 0/2 ma la preghiera finale di Jakubcova non va a segno: vince il Famila Wuber che raggiunge in finale l’Umana Reyer Venezia per un derby che metterà in palio lo scudetto.

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui