Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Agevolazioni
News aste
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   


Nuove opportunità per le imprese. Il Decreto Legge n. 43/2024 ha stanziato 80 milioni di euro per sostenere gli aumenti di capitale delle PMI.

Obiettivo: Favorire la crescita e la modernizzazione delle micro, piccole e medie imprese attraverso l’aumento del loro capitale sociale.

Cosa prevede l’agevolazione:
Contributo a fondo perduto: Percentuale delle spese sostenute per gli investimenti realizzati nell’ambito del programma di investimento.
Maggiorazione del contributo per le imprese che aumentano il capitale sociale:
7,5% per micro e piccole imprese.
6,25% per le medie imprese.
Finanziamento agevolato:
Tasso agevolato del 2,75% per investimenti “ordinari”.
Tasso agevolato del 3,57% per investimenti “digitali” (beni 4.0).
Durata massima di 5 anni.

Esempio investimenti ammissibili:
Beni strumentali nuovi di fabbrica.
Software.
Tecnologie digitali (Industria 4.0).
Beni strumentali ad uso produttivo.
Investimenti green.

Esempio:
Un’impresa di medie dimensioni decide di aumentare il proprio capitale sociale di 100.000 euro per finanziare l’acquisto di un nuovo impianto di produzione 4.0. L’impresa può richiedere un finanziamento agevolato con tasso al 3,57% per un importo di 80.000 euro e ottenere un contributo a fondo perduto del 6,25% pari a 5.000 euro, grazie all’aumento di capitale deliberato.

Come accedere alle agevolazioni:
Entro il 1° luglio 2024 un ulteriore decreto definirà tempistiche e modalità di presentazione delle domande.

Requisiti:
Micro, piccole e medie imprese regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle Imprese, con sede in Italia.
Società di capitali che, prima della presentazione della domanda di contributo, abbiano deliberato un aumento di capitale sociale pari ad almeno il 30% dell’importo del finanziamento/leasing richiesto.
Avere una situazione finanziaria sana e regolare.
Presentare un programma di investimento dettagliato e coerente con l’aumento di capitale deliberato.
Mantenere l’aumento di capitale per almeno 2 anni dall’erogazione del contributo.
Ulteriori requisiti specifici per la maggiorazione del contributo.
Scadenza: 31 dicembre 2024.

Vantaggi:
Rafforzamento della struttura patrimoniale dell’impresa.
Accesso a un contributo a fondo perduto più elevato.
Finanziamenti agevolati per la realizzazione di investimenti strategici.

DECRETO-LEGGE 30 aprile 2019, n. 34 Art. 21 Sostegno alla capitalizzazione
1. I contributi di cui all’articolo 2, comma 5, del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito, con modificazioni dalla legge 9 agosto 2013, n. 98, sono altresì riconosciuti, alle condizioni di cui al presente articolo, in favore delle micro, piccole e medie imprese, costituite in forma societaria, impegnate in processi di capitalizzazione, che intendono realizzare un programma di investimento.
2. Le agevolazioni di cui all’articolo 2 del decreto-legge n. 69 del 2013 sono concesse nel caso di sostegno a processi di capitalizzazione delle imprese, a fronte dell’impegno dei soci a sottoscrivere un aumento di capitale sociale dell’impresa, da versare in più quote, in corrispondenza delle scadenze del piano di ammortamento del predetto finanziamento.
3. Per le finalità di cui al presente articolo, i contributi di cui all’articolo 2, comma 5, del decreto- legge n. 69 del 2013, fermo restando il rispetto delle intensità massime previste dalla applicabile ((normativa dell’Unione europea)) in materia di aiuti di Stato, sono rapportati agli interessi calcolati, in via convenzionale, sul finanziamento a un tasso annuo del:
a) 5 per cento, per le micro e piccole imprese;
b) 3,575 per cento, per le medie imprese.
4. Per la concessione del contributo ((di cui al presente articolo)), l’autorizzazione di spesa di cui all’articolo 1, comma 200, della legge 30 dicembre 2018, n. 145 è integrata ((di euro)) 10 milioni per l’anno 2019, ((di euro)) 15 milioni per ciascuno degli anni dal 2020 al 2023 e ((di euro)) 10 milioni per l’anno 2024. Al fine di assicurare l’operatività della misura, le predette risorse sono trasferite al Ministero dello sviluppo economico a inizio di ciascuna delle annualità previste.
5. Con decreto del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, da adottare ai sensi dell’articolo 17, comma 3 della legge 23 agosto 1988, n. 400, sono stabiliti i requisiti e le condizioni di accesso al contributo di cui al comma 3, le caratteristiche del programma di investimento, le modalità e i termini per l’esecuzione del piano di capitalizzazione dell’impresa beneficiaria da parte dei soci della medesima, nonché le cause e le modalità di revoca del contributo nel caso di mancato rispetto degli impegni assunti, ((ivi compresa la realizzazione)) del predetto piano di capitalizzazione.

 

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui